Menu Pagine
Concorso Progettazione e Disegno

Concorso Progettazione e Disegno

 

Concorso di Progettazione e Disegno

 “Pier Luigi della Bordella”

 

REGOLAMENTO

 

La XXII edizione della Biennale Europea d’Arte Fabbrile continua quel “percorso” iniziato nel 2015 nel contesto del  “Concorso di Progettazione e Disegno – Pier Luigi della Bordella” con lo stesso obbiettivo: fungere da incentivo concreto per sviluppare all’interno di questa manifestazione quel fondamentale rapporto biunivoco che deve esistere tra progettazione, design e mondo dell’artigianato e del “fatto a mano”.

Il Concorso diventa nuovamente il ring in cui giovani artisti/designer/architetti esordienti del panorama italiano ed internazionale possono confrontarsi nella progettazione di oggetti legati all’arredo urbano: gli iscritti sono quindi invitati a presentare progetti che possano essere realizzati da abili artigiani e che siano funzionali all’arredo urbano del Comune di Pratovecchio Stia.

Il tema del “Concorso di Progettazione e Disegno” dell’edizione 2017 è il LAMPIONE per l’illuminazione pubblica esterna.

E’ richiesto ai partecipanti di sviluppare una linea progettuale da cui successivamente si possa passare a quella esecutiva ed infine produttiva.

I progetti prodotti serviranno per continuare a dotare il Paese di elementi di arredo urbano realizzati in ferro battuto: una serie di lampioni.

 

Art. 1

Il “Concorso Internazionale di Progettazione e Disegno” si svolgerà nei locali della nuova sede della Biennale d’Arte Fabbrile presso il parco del Palagio Fiorentino nei giorni 1.2.3 Settembre 2017 secondo l’orario che verrà comunicato al momento dell’iscrizione.

 

Art. 2

L’iscrizione al Concorso dovrà essere effettuata presso la Segreteria Organizzativa in piazza Mazzini entro le ore 19.00 di giovedì 31 agosto 2017.

 

Art. 3

La durata della prova è stabilita in ore 3.

 

Art. 4

Ad ogni partecipante verrà consegnato il materiale occorrente. È permesso l’uso di materiale di cancelleria proprio ad eccezione dei fogli timbrati e firmati dai responsabili della prova: i fogli avranno dimensioni A2 e A1 a discrezione di ciascun iscritto.

 

Art. 5

La prova dovrà comprendere un progetto esecutivo formato obbligatoriamente da:

  • pianta
  • prospetti (almeno due)
  • sezione
  • vista Assonometrica.

 

Art. 6

Il lampione progettato dovrà avere le seguenti caratteristiche:

  • possibilità di installazione del manufatto su supporto e/o su parete
  • copertura superiore
  • nella progettazione dovranno essere rispettate le norme di sicurezza, quindi senza parti taglienti o punti acuminati

 

Art. 7

Il diritto di proprietà intellettuale delle proposte presentate è dei concorrenti. La proprietà degli elaborati rimane dell’Associazione Autonoma per la Biennale d’Arte Fabbrile, che potrà rielaborare le proposte, adottarle, integrarle, svilupparle per le eventuali autorizzazioni da parte degli enti deputati. L’Associazione Autonoma per la Biennale d’Arte Fabbrile si riserva la possibilità e il diritto di organizzare una mostra pubblica con l’esposizione dei materiali presentati al concorso. L’Associazione Autonoma per la Biennale d’Arte Fabbrile ha piena disponibilità degli elaborati, riservandosi il diritto di:

  • mettere in mostra e presentare i progetti;
  • non realizzare l’opera;
  • realizzare l’opera in maniera completa, parziale o difforme rispetto a uno o più progetti presentati senza che gli autori possano esigerne pretese a diverso titolo.
  • realizzare l’opera senza alcun vincolo derivante dall’esito della graduatoria, potendo optare per diverse soluzioni progettuali, anche non conformi al citato esito concorsuale.

 

Art. 8

La prova è aperta ai maggiori di 16 anni. L’iscrizione è gratuita.

 

Art. 9

La prova verrà effettuata alla presenza di almeno un membro del Comitato organizzatore o persona delegata. 

 

Art. 10

I lavori saranno valutati da apposita giuria composta da 5 a 7 esperti nazionali e internazionali. Saranno presenti, senza diritto di voto, un rappresentante del Comitato organizzatore, un rappresentante del Comune di Pratovecchio Stia e  un notaio. 

Tutti i progetti presentati saranno sottoposti a una prima selezione di coerenza all’oggetto del concorso e di aderenza alle formalità richieste. La decisione della Giuria ha carattere vincolante, pertanto è inappellabile. I lavori della Giuria sono segreti. Del lavoro sarà tenuto un breve verbale redatto dal segretario, custodito dall’ente promotore, mentre sarà resa pubblica la relazione conclusiva contenente la graduatoria finale.

Art. 11

Saranno premiati i tre progetti che la giuria riterrà avere le caratteristiche più strettamente funzionali e coerenti al Concorso.

 

Art. 12

I nominativi dei vincitori saranno resi noti durante la cerimonia di Premiazione che si terrà il giorno Domenica 3 settembre alle ore 17.30.